Contrasto

Dimensione testo

Ricerca avanzata

PROFESSIONE » Fisco e previdenza

Mutui agevolati: L'ENPAM dà credito agli iscritti. Il 22 settembre il

14 Sett 2015

L’Enpam dà credito agli iscritti

Sul sito della Fondazione il bando per concedere 100 milioni di euro in mutui agevolati ai medici e ai dentisti. La metà sono riservati ai professionisti con meno di 45 anni. L’Enpam torna a erogare mutui agli iscritti dopo quasi 40 anni

La Fondazione entra nel campo del sostegno al credito, uno degli obiettivi chiave per ridisegnare il welfare di categoria dei medici e degli odontoiatri. Un “intervento tattico”, come lo definisce il presidente Alberto Oliveti, che si collega alla visione strategica più ampia di lavorare per migliorare la qualità della professione medica e investire sull’autorevolezza professionale.

“Investiamo sui nostri iscritti, specialmente i giovani – ha dichiarato Oliveti -, crediamo nell’allineamento di interessi tra generazioni differenti. Tutti, lavoratori, pensionati e giovani che verranno, devono avere convenienza a stare nel sistema”.

Il patto tra generazioni passa dunque anche attraverso il sostegno al credito per la prima casa, nell’ottica di un nuovo modello di assistenza strategica che punta a facilitare la vita lavorativa degli iscritti come garanzia di un futuro più sicuro e sostenibile.

Mutui Enpam

I nuovi mutui ipotecari, di importo fino a 300mila euro, saranno a tasso fisso e potranno durare fino a un massimo di 30 anni. Potranno servire a finanziare, fino all’80 per cento del valore, l’acquisto, la costruzione o la ristrutturazione della prima casa. Il mutuo potrà essere chiesto anche per sostituirne un altro esistente.

Gli iscritti interessati possono già entrare nell’area riservata per compilare la richiesta di mutuo. Per dare a tutti le stesse chance di riuscita, le domande dovranno però essere formalizzate in occasione di un ‘click day’ fissato per il22 settembre. Le domande potranno poi essere inviate anche nei giorni seguenti, ma a fare fede sarà l’ordine cronologico di arrivo.

Metà dei 100 milioni stanziati infatti sarà riservata agli iscritti che hanno meno di 45 anni e che potranno beneficiare di un tasso fisso del 2,55 per cento annuo. Per poter fare la domanda dovranno avere un reddito superiore a 26.046 euro (quattro volte il minimo Inps) o anche solo a 20mila euro lordi nel caso di medici o dentisti con meno di 35 anni che lavorino in partita Iva con il regime dei minimi.

Gli altri 50 milioni saranno invece destinati agli iscritti di tutte le età, giovani e meno giovani, che potranno contare su un tasso fisso annuo del 2,95 per cento. Il limite minimo di reddito è di 32.557 euro (cinque volte il minimo Inps) ed è previsto un tetto massimo oltre il quale non si può ottenere il mutuo.

 

VADEMECUM

Beneficiari

Per poter richiedere il mutuo gli iscritti devono essere in regola con i versamenti e devono avere almeno tre anni consecutivi di iscrizione e di contribuzione effettiva. Possono fare la domanda anche i familiari degli iscritti deceduti. Non esistono limiti di età per fare la domanda. Tuttavia l’età di chi fa la richiesta sommata al numero di anni di ammortamento non deve superare 80 anni.
Se si è già proprietari

È possibile fare comunque domanda, purché l’immobile non si trovi nel Comune dove si risiede o dove si lavora. Il requisito si estende al coniuge e a uno dei familiari a carico.
L’immobile da comprare/costruire o ristrutturare

Deve essere destinato a prima abitazione e deve trovarsi nel Comune dove si risiede o si svolge l’attività professionale principale.
Il contratto

Una volta ottenuto il mutuo si hanno sei mesi di tempo per stipulare il contratto, altrimenti si viene considerati rinunciatari.
Chi ha già comprato

Il mutuo Enpam può essere concesso anche dopo l’acquisto dell’immobile purché la domanda sia presentata entro tre mesi dalla stipula del rogito.
Garanzie

Il mutuo deve essere garantito dall’ipoteca di primo grado sull’immobile, da un’assicurazione contro i danni (fuoco, fulmine e scoppi in genere) e da una copertura assicurativa Tcm (Temporanea caso morte). Queste assicurazioni devono essere allegate all’atto di mutuo.
Piano di ammortamento

Viene concordato con gli uffici dell’Enpam dopo l’invio della domanda sulla base delle esigenze di chi fa la richiesta e dei documenti allegati. È anche prevista la possibilità di rimborsare il credito in anticipo, sia parzialmente, diminuendo quindi la durata del mutuo o l’importo delle rate residue, oppure totalmente.
Come fare la domanda

La domanda va compilata nell’area riservata. Chi non è ancora iscritto deve registrarsi seguendo le istruzioni che si trovano qui. Chi ha ricevuto il modello D per la dichiarazione dei redditi da libera professione può fare la registrazione agevolata seguendo le istruzioni contenute nel talloncino con gli angoli rossi inviato dall’Enpam insieme al modello.
Quando inviarla

Le domande vanno inviate a partire dalle ore 7 del 22 settembre e fino alle ore 24 del 4 ottobre 2015.
Per consultare la guida completa clicca qui.

Luigi Galvano

CDA ENPAM

omceo ordine dei medici chirurghi ed odontoiatri della provincia di bari

Via Capruzzi n. 184, Bari
Tel. 080 5566855 - 080 5575512
Fax: 080 5427063







Professione

Codice deontologico
Leggi istitutive
Pubblicità sanitaria
Tariffario minimo
Novità legislative
Fisco e previdenza
Farmaci e farmacovigilanza
Concorsi ed avvisi
Opportunità di lavoro

Cittadini

Carta dei diritti del malato
Associazione malati e volontariato

Odontoriatri

Commissione odontoriatri
Notizie odontoiatri
Eventi odontoiatri
Riconosci il tuo dentista

Chi siamo

Organigramma
Personale Amministrativo
Trasparenza
Variazione Iscritti
Attività del Consiglio

Attività & Servizi

Commissioni ordinistiche
Accordi e convenzioni
Punto Informativo ENPAM
Modulistica
Cerca un Medico
Orari di apertura al pubblico

web made in italy jcom italia web comunicazione marketing bari sito internet ecommerce registrazione dominio

© 2013, OMCEO Bari | P.IVA 93021170720 | Note legali | Privacy | Credits