Contrasto

Dimensione testo

Ricerca avanzata

COMUNICAZIONE » Comunicati stampa

I medici pugliesi: più voce nelle scelte di politica sanitaria della Regione Puglia

08 Nov 2017

Le sigle sindacali di categoria, che scenderanno in piazza venerdì, manifestano il disagio di una professione messa ai margini all’interno di un sistema sanitario in crisi e costretta a lavorare in condizioni non dignitose e di scarsa sicurezza, che non consentono più di tutelare la salute dei cittadini.

 

Bari, 8 Novembre 2017. I medici abbiano voce nelle scelte di politica sanitaria della Regione. È quanto hanno chiesto oggi in conferenza stampa le sigle sindacali rappresentative della grande maggioranza dei medici pugliesi, che hanno spiegato le motivazioni della protesta del 10 novembre prossimo. Venerdì i medici scenderanno in piazza alle ore 13.00 con un corteo che andrà dalla rotonda del Policlinico alla sede della Regione Puglia in via Capruzzi per concludersi in un’assemblea presso l’Hotel Excelsior a cui parteciperanno, oltre ai referenti regionali, anche i segretari nazionali dei principali sindacati di categoria. cittadini

 

Erano presenti in conferenza stampa i referenti regionali delle sigle sindacali che hanno aderito alla protesta, rappresentativi di tutte le categorie (medici di famiglia, ospedalieri pubblici e privati, medici del territorio, specialisti convenzionati e accreditati): AAROI - Antonio Amendola, ANAAO - Cosimo  Lodeserto, BRANCHE A VISITA E ACCREDITATI  (SBV) - Roberto Panni, CIMO -  Arturo Oliva, CIMOP – Fausto Campanozzi, CISL MEDICI - Vincenzo Piccialli, FASSID - Vincenzo De Ruvo, FESMED – Franco Angelastri, FIMMG – Filippo Anelli, SMI – Paolo Buonamico, SUMAI - Francesco Losurdo , UIL MEDICI - Sabino Pesce, USSMO – Franco Lavalle, INTESA – Giuseppe Varcaccio.

 

Al centro della vertenza, una serie di temi su cui i sindacati insistono da tempo e che negli anni non hanno ricevuto risposte dall’amministrazione. La Regione per contro ha assunto in modo autoreferenziale decisioni in materia sanitaria che hanno spesso aggravato le condizioni di lavoro dei medici e di fatto precludono la possibilità di efficace presa in carico del paziente e di tutela del diritto alla salute dei cittadini. Il tutto in un contesto di complessivo e perdurante definanziamento del sistema sanitario, che ha contratto le risorse e aumentato le criticità. Questa contrazione ha portato ad una riduzione dei servizi offerti ai cittadini, con un riverbero negativo sui LEA e la crescita del numero dei cittadini che rinunciano a curarsi per motivi economici o che pagano di tasca propria le prestazioni sanitarie.

A questo proposito, i medici invitano il Presidente Emiliano a sostenere un cambiamento della posizione della Puglia all’interno della Conferenza Stato Regioni affinché vengano rivisti i meccanismi di finanziamento e i tetti di spesa.

 

Le croniche carenze di personale e l’iperburocratizzazione, unite a carenze organizzative e strutturali - a partire dall’uso di strumenti informatici obsoleti - privano i medici del tempo clinico da dedicare al paziente, oltre che della dignità e serenità di esercizio della professione. Una dignità che è stata scientemente negata ai medici negli ultimi anni, con una serie di provvedimenti di natura ragionieristica che, in nome di obiettivi condivisibili, li hanno privati dell’autonomia.

 

La mobilitazione di venerdì prossimo intende manifestare il disagio di un’intera categoria e sollecitare il governo regionale a costituire con i medici dei tavoli di discussione, per definire provvedimenti che diano finalmente risposte condivise e sostenibili alla crisi della Sanità regionale.

 

I sindacati hanno manifestato riconoscenza per l’attenzione mostrata dalla politica verso i temi sollevati dai medici, ma hanno ribadito il carattere indipendente della mobilitazione, che vuole essere un momento di espressione del malessere di un’intera categoria.

Ringraziamento è stato espresso a Pino Romano, Presidente della III Commissione consiliare permanente, per la convocazione dell’intersindacale all’audizione sullo stato di salute del sistema sanitario regionale, per il prossimo 23 novembre, che potrà rappresentare un primo momento di confronto sulle criticità sollevate dai medici.

 

Programma mobilitazione di Venerdì 10 novembre 2017
ore 13.00: adunanza presso la Rotonda del Policlinico, Bari e corteo lungo viale Salandra fino alla sede della Regione Puglia in via Capruzzi.
ore 14.30-17.00: Assemblea sindacati e cittadini presso l’Hotel Excelsior (via Giulio Petroni, Bari).

omceo ordine dei medici chirurghi ed odontoiatri della provincia di bari

Via Capruzzi n. 184, Bari
Tel. 080 5566855 - 080 5575512
Fax: 080 5427063







Professione

Codice deontologico
Leggi istitutive
Pubblicità sanitaria
Tariffario minimo
Novità legislative
Fisco e previdenza
Farmaci e farmacovigilanza
Concorsi ed avvisi
Opportunità di lavoro

Cittadini

Carta dei diritti del malato
Associazione malati e volontariato

Odontoriatri

Commissione odontoriatri
Notizie odontoiatri
Eventi odontoiatri
Riconosci il tuo dentista

Chi siamo

Organigramma
Personale Amministrativo
Trasparenza
Variazione Iscritti
Attività del Consiglio

Attività & Servizi

Commissioni ordinistiche
Accordi e convenzioni
Punto Informativo ENPAM
Modulistica
Cerca un Medico
Orari di apertura al pubblico

web made in italy jcom italia web comunicazione marketing bari sito internet ecommerce registrazione dominio

© 2013, OMCEO Bari | P.IVA 93021170720 | Note legali | Privacy | Credits