Contrasto

Dimensione testo

Ricerca avanzata

COMUNICAZIONE » Comunicati stampa

Sulla sicurezza chiediamo misure immediate che riducano i rischi.

16 Nov 2017

Sulla sicurezza chiediamo misure immediate che riducano i rischi.
I medici da Emiliano il 21 Novembre
 
A fronte dell’ennesimo episodio di violenza ai danni di una dottoressa, l’intersindacale medica ha deciso di accogliere l’invito del Presidente della Regione per l’incontro del prossimo 21 Novembre. A Emiliano chiederà di discutere in primis proprio della sicurezza dei medici, che richiede misure immediate e concrete.
 
Bari, 16 Novembre 2017. È trascorsa meno di una settimana dagli striscioni e dagli slogan portati dai medici in piazza a Bari, che chiedevano più sicurezza per gli operatori sanitari. Se qualcuno avesse nutrito dei dubbi sull’urgenza del tema, a conferma della sua dimensione drammatica c’è stata la minaccia a mano armata nei confronti di una dottoressa l’altro ieri a Foggia e ieri è arrivata l’ennesima notizia di violenze ad un’altra dottoressa, che hanno condotto all’arresto di un 51enne di Acquaviva.  Questi episodi comprovano quanto dicono da tempo i dati: la Puglia è in cima alle classifiche per aggressioni agli operatori sanitari.
 
A fronte di questo ultimo episodio, l’intersindacale medica ha deciso di accogliere l’invito del Presidente della Regione per l’incontro del prossimo 21 Novembre e chiederà a Emiliano di discutere in primis proprio della sicurezza dei medici, soprattutto nelle postazioni di guardia.
 
Su questo argomento, portato già all’attenzione del Presidente Emiliano dagli Ordini dei medici pugliesi in un incontro dello scorso settembre, non c’è più tempo da perdere. I luoghi di lavoro in molti casi non rispettano i requisiti di sicurezza previsti per legge ed espongono i medici, oltre che i cittadini, a costante pericolo. Per questo urgono, soprattutto nel sistema di continuità assistenziale, misure immediate e concrete che riducano il rischio, come quelle che si stanno sperimentando in alcune provincie come la BAT, dove la ASL ha previsto smartwatch e un servizio di scorta per i medici in visita domiciliare. 
 
“Esprimo a nome dell’Ordine dei medici la mia solidarietà alla collega vittima di violenza.” – dichiara Filippo Anelli, Presidente dell’OMCeO Bari – “A lei, come a tutti gli altri operatori sanitari che quotidianamente sono esposti al rischio, urge dare risposte immediate. Mai più medici da soli in guardia”.

In allegato, foto della manifestazione di sabato scorso, con gli striscioni sulla sicurezza.

omceo ordine dei medici chirurghi ed odontoiatri della provincia di bari

Via Capruzzi n. 184, Bari
Tel. 080 5566855 - 080 5575512
Fax: 080 5427063







Professione

Codice deontologico
Leggi istitutive
Pubblicità sanitaria
Tariffario minimo
Novità legislative
Fisco e previdenza
Farmaci e farmacovigilanza
Concorsi ed avvisi
Opportunità di lavoro

Cittadini

Carta dei diritti del malato
Associazione malati e volontariato

Odontoriatri

Commissione odontoriatri
Notizie odontoiatri
Eventi odontoiatri
Riconosci il tuo dentista

Chi siamo

Organigramma
Personale Amministrativo
Trasparenza
Variazione Iscritti
Attività del Consiglio

Attività & Servizi

Commissioni ordinistiche
Accordi e convenzioni
Punto Informativo ENPAM
Modulistica
Cerca un Medico
Orari di apertura al pubblico

web made in italy jcom italia web comunicazione marketing bari sito internet ecommerce registrazione dominio

© 2013, OMCEO Bari | P.IVA 93021170720 | Note legali | Privacy | Credits