In memoria dei medici caduti durante l’epidemia di Covid-19

Scuola di medicina generale


Pubblicato il 14 Febbraio 2014

Questo documento definisce la disciplina della medicina generale/di famiglia e i compiti professionali che la caratterizzano; descrive inoltre le competenze costitutive dei medici di medicina generale. 

Delinea gli elementi essenziali della disciplina accademica e fornisce un punto di vista autorevole sui servizi che i medici di famiglia Europei dovrebbero fornire ai pazienti, così che la cura risulti della più alta qualità anche sotto il profilo del rapporto costi-efficacia. 

Da queste definizioni possono scaturire programmi di lavoro per l’educazione, la ricerca e la verifica della qualità tali da garantire che la medicina di famiglia si sviluppi nel modo più adeguato a soddisfare i bisogni di salute della popolazione nel XXI secolo. 

In Europa ci sono differenze significative nell’organizzazione dei sistemi sanitari e nel modo in cui la medicina di famiglia è praticata. Per i paesi dell’Unione Europea e per quelli che aspirano a farne parte l’educazione medica è governata dalla Direttiva UE 93/16 che ha come obiettivo principale la promozione della libera circolazione dei medici. 

Sfortunatamente tale Direttiva dice poco sul contenuto e la qualità del training post laurea. È dunque ovvio e di grande importanza, per la tutela dei pazienti, che i medici di famiglia ricevano una formazione capace di dotarli delle competenze e delle abilità necessarie a lavorare in uno qualsiasi degli stati membri.
 
Questa dichiarazione è stata prodotta a nome della WONCA Europa (Società Europea di medicina generale/di famiglia) che costituisce l’Organizzazione Regionale dell’Organizzazione Mondiale dei medici di famiglia (World Organisation of Family Doctors - WONCA). 

La WONCA Europa costituisce una leadership accademica e scientifica che rappresenta la disciplina della Medicina di Famiglia in tutto il continente. 

Tra i suoi membri figurano non solo organizzazioni accademiche nazionali della Medicina di Famiglia di 30 differenti Paesi Europei ma anche singoli medici di famiglia. Il suo obiettivo primario è la promozione e lo sviluppo della disciplina in modo da raggiungere e mantenere alti livelli di educazione, formazione, ricerca e pratica clinica a vantaggio dei singoli pazienti e delle comunità. 

La riforma dei sistemi sanitari nazionali è una esigenza comune in Europa così come in altre parti del mondo. I mutamenti demografici, le scoperte in campo medico, la spesa sanitaria, i bisogni e le aspettative dei pazienti obbligano a cercare nuove modalità di offerta e fornitura dell’assistenza sanitaria. 

I dati internazionali1 indicano che i sistemi sanitari basati su cure primarie efficienti con medici generali (medici di famiglia) che lavorano all’interno di comunità territoriali definite, garantiscono cure clinicamente più efficaci ed economicamente più efficienti rispetto ad altri sistemi meno orientati verso le cure primarie. 

È di vitale importanza che il ruolo complesso ed essenziale che i Medici di Famiglia ricoprono nei sistemi sanitari sia compiutamente compreso all’interno della professione medica, ma anche dalle professioni vicine alla medicina -i pianificatori dei sistemi sanitari, gli economisti, i politici- e dal pubblico. 

In Europa è necessario aumentare gli investimenti nella medicina di famiglia in modo da permettere ai sistemi sanitari di ottimizzare il loro potenziale a beneficio dei pazienti. Gli investimenti devono essere indirizzati non solo verso le risorse umane e le infrastrutture ma anche verso l’educazione, la ricerca e la verifica di qualità. 

Queste nuove definizioni e la dichiarazione delle competenze costitutive vengono pubblicate per informare e contribuire al dibattito sul ruolo essenziale della medicina di famiglia all’interno dei sistemi sanitari sia a livello nazionale che Europeo.

Nell'allegato il testo completo del WONCA 2002
 
Allegati:
Wonca 2002



Programma generale del Corso, con argomenti delle attività pratiche

- Programma
- Allegato B